L’armonia tra differenza e identità

Nel Sutra Sandokai il Maestro Zen Sekito Kisen, parla dell’armonia tra differenza e identità.
(700-790 d.C.)

Un testo bello e attuale ogni qualvolta lo si legge.

“La mente del grande saggio dell’India è intimamente trasmessa dall’ovest all’est.

Mentre le capacità umane sono acute o ottuse, la via non ha patriarchi settentrionali o meridionali.

La sorgente spirituale brilla chiara in piena luce, le sue ramificazioni scorrono nell’oscurità.

Afferrarsi alle cose non è che illusione; accettare l’identità ancora non è illuminazione.

Tutti gli oggetti dei sensi Interagiscono e tuttavia non interagiscono.

L’interazione porta il coinvolgimento.

D’altro canto, ogni cosa mantiene il suo posto.

Le forme variano per qualità e aspetto, i suoni si differenziano come piacevoli o sgradevoli.

I discorsi ricercati e quelli comuni si avvicinano nell’oscurità, le frasi chiare e le frasi oscure si distinguono alla luce.

I quattro elementi ritornano alla loro natura proprio come un bambino si rivolge alla madre.

Il fuoco riscalda, il vento si muove, l’acqua bagna e la terra è solida.

L’occhio e la forma, l’orecchio e il suono, il naso e l’odore, la lingua e il gusto.

Così per ogni singola cosa, a partire da queste radici, le foglie si sviluppano.


(Goddess Brighid di Helena Nelson-Reed)

Il tronco e i rami condividono l’essenza; riverito o comune, ognuno ha il suo linguaggio.

Nella luce esiste l’oscurità, ma non guardate solo il lato oscuro. Nell’oscurità esiste la luce, non guardate solo il lato luminoso.

Luce ed oscurità differiscono l’una dall’altra come il passo in avanti dal passo precedente.

Ognuna delle innumerevoli cose ha il suo valore, espresso in accordo alla sua funzione e al suo posto.

I fenomeni esistono, come combaciano la scatola e il coperchio; il principio si accorda, come le punte di due frecce che si incontrano.

Ascoltando le parole, comprendi il significato; non creare criteri personali.

Se non comprendi la via che hai davanti agli occhi, come potrai distinguere il sentiero mentre cammini?

La pratica non è questione di lontano o vicino, ma se sei confuso, le montagne e i fiumi ti bloccheranno la strada.

Ti esorto rispettosamente a studiare il mistero, non passare i tuoi giorni e le tue notti invano”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.